Bilancio annuale dei carabinieri: ambiente e immigrati i temi forti

Bilancio annuale dei carabinieri: ambiente e immigrati i temi forti

0
SHARE
Bilancio forze dell'ordine, incontro prefettura

I dati di un anno di attività sono stati resi noti stamani dai comandanti provinciali delle forze dell’ordine, riuniti dal prefetto di Agrigento, Nicola Diomede.​ Erano presenti il questore Mario Finocchiaro, il comandante provinciale della ​Guardia di finanza Massimo Sobrà, dei carabinieri Mario Mettifogo, il vice comandante della capitaneria Daniele Governale e il comandante dei vigili del fuoco Michele Burgio. Dei bilanci di Polizia e Guardia di finanza abbiamo già narrato con articoli a parte.

Questo il bilancio dei Carabinieri che, per espressa volontà del comandante Mettifogo non contempla i dati della repressione:

1.Immigrazione

Si è proceduto, congiuntamente al personale del Nucleo Ispettorato del lavoro di Agrigento, del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Palermo e dell’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, al controllo di 61 centri di seconda accoglienza per immigrati, afferenti a 28 associazioni/cooperative, ospitanti complessivamente 1059 immigrati (a fronte di 1206 posti complessivi). Sono state effettuate 18 denunce all’Autorità giudiziaria e 16 segnalazioni all’Autorità amministrativa per un ammontare di circa 52.000 euro di sanzioni. La tipologia delle violazioni riscontrate riguarda: sovraffollamento, carenza di arredi, tracce di umidità, mancanza di riscaldamento, alimenti in cattivo stato di conservazione, acqua potabile non certificata, mancanza certificato di agibilità ed abitabilità, posizione lavorativa irregolare, carenze igienico-sanitarie. Inoltre, una struttura è stata sgomberata a seguito di rissa tra immigrati.

2 Tutela ambientale

Si è proceduto, congiuntamente a personale del Nucleo operativo ecologico di Palermo, del Nucleo ispettorato del lavoro di Agrigento, dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente di Agrigento, del Corpo forestale della Regione Sicilia, della Polizia provinciale di Agrigento e delle Polizie locali, all’espletamento  di mirati controlli ad oleifici e frantoi presenti sul territorio provinciale, al fine di contrastare l’inquinamento ambientale connesso al processo di molitura delle olive. Icontrolli hanno interessato 55 ditte e sono state complessivamente denunciate all’Autorità giudiziaria 12 persone tra titolari d’impresa, amministratori delegati e proprietari dei terreni interessati agli sversamenti, con le accuse di attività di gestione di rifiuti non autorizzata, scarichi industriali non autorizzati, abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo, vietata immissione di rifiuti, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali e sotterranee, nonché violazioni delle leggi urbanistiche. Si è contestualmente proceduto al sequestro delle aree di terreno interessate, nonché di vasche, autocisterne e condotte per il deposito, lo scarico o il convogliamento delle acque di vegetazione.

3.Ciclo della raccolta dei rifiuti

Sono stati espletati 102 servizi, durante i quali sono stati controllati 134 automezzi e 167 dipendenti di 9 ditte private che gestiscono la Nettezza urbana in provincia elevando complessivamente 8sanzioni ai sensi del Codice della Strada.

4.Sicurezza sul posto di lavoro

Si è proceduto, congiuntamente a personale del Nucleo ispettorato del lavoro di Agrigento, al controllo di 97 cantieri/aziende per un totale di circa 200 tra responsabili e lavoratori dipendenti, denunciando 43 soggetti all’Autorità Giudiziaria ed elevando ammende e sanzioni amministrative per un ammontare complessivo di 142.114,59 euro.

  1. Sicurezza stradale

Sono state elevate 7.509 contravvenzioni ai sensi del Codice della strada, di cui 292 per uso del cellulare durante la guida e 808 per mancanza della copertura assicurativa per un ammontare complessivo delle sanzioni pari a 1.641.658,72 euro.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *