Cattolica Eraclea, omicidio Miceli ad una svolta: ci sarebbero 2 indagati

Cattolica Eraclea, omicidio Miceli ad una svolta: ci sarebbero 2 indagati

592 views
0
SHARE
Giuseppe Miceli, la vittima e il luogo del rinvenimento del cadavere

Sembrerebbe ad una svolta l’inchiesta relativa all’omcidio di Giuseppe Miceli, il marmista, di 67 anni, di Cattolica Eraclea, provincia di Agrigento, trovato morto nell’ufficio della sua attività lavorativa il 6 dicembre 2015.

Due uomini sarebbero stati iscritti nel registro degli indagati per l’omicidio del cattolicese dopo una notte di interrogatori nella caserma dei carabinieri di Montallegro.

 

Nelle ore scorse i Ris di Messina hanno effettuato un sopralluogo fra l’ufficio e il laboratorio di marmi, in via Crispi a Cattolica Eraclea (Ag), dove è stato trovato il cadavefre. I primi rilievi, il giorno del delitto, erano stati effettuati dai militari della sezione Scientifica diAGRIGENTO. Adesso, a quanto pare, sarebbero necessarie delle comparazioni. A coordinare l’inchiesta e’ il sostituto procuratore diAGRIGENTO Silvia Baldi.

L’artigiano, quel giorno, secondo la testimonianza del fratello maggiore, avrebbe avuto in tasca 250-300 euro, frutto di un acconto per un lavoro da eseguire nella vicina Montallegro (Ag). Oltre alla pista della rapina sfociata in omicidio, i carabinieri continuano ad indagare sull’ipotesi di una lite sfociata in omicidio.

i.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *