Akragas, vinci o sei nei guai! Agrigentini a caccia di una vittoria...

Akragas, vinci o sei nei guai! Agrigentini a caccia di una vittoria che manca da Ottobre

0
SHARE
Akragas in campo

Tutto pronto per la 18° giornata del campionato di Lega Pro, girone C, che oggi si aprirà con due anticipi con calcio di inizio alle ore 14: ad aprire la prima giornata di ritorno saranno Akragas e Matera, che si sfideranno all’Esseneto di Agrigento in una gara che si preannuncia delicatissima, e Castelli Romani – Ischia, in un match che ha il sapore di scontro salvezza.  

UNA VIGILIA SILENZIOSA. E’ stata una vigilia alquanto strana quella di Akragas e Matera. Sono trapelate pochissime informazioni dalle due squadre che, inoltre, hanno anche annullato, seppur per motivazione differenti, la consueta conferenza stampa della vigilia. Il Matera, partito due giorni fa alla volta di Agrigento, ha optato per questa scelta proprio legate alla difficoltà logistica del viaggio che prevedeva, dopo la partenza da Matera, una prima sosta a Reggio Calabria e , successivamente, l’arrivo ad Agrigento; l’Akragas, invece, ha scelto di continuare questa “strategia del silenzio” che praticamente dura dalla conferenza stampa della vigilia della partita contro il Melfi, poi persa. Legrottaglie vuole tenere alta la concentrazione dei suoi, sapendo che la partita di oggi rappresenta un importantissimo punto di snodo del campionato.

Legrottaglie amareggiato
Legrottaglie amareggiato

DUE SQUADRE AGLI ANTIPODI. Le due squadre vivono due momenti completamente opposti. Il Matera si presenta all’Esseneto con tutti i favori del pronostico. I materani sono a soli 5 punti dalla zona play off che, in sostanza, è il vero obiettivo dei bianco azzurri. Per continuare a dare continuità ai risultati, completamente diversi dal girone di andata, Pasquale Padalino deve espugnare l’Esseneto. L’allenatore del Matera, arrivato in corsa prendendo il posto di Davide Dionigi, sembra aver ottenuto il cambio di passo dai suoi. La squadra della Basilicata , sempre nella prima parte della stagione, ha vinto solo una partita delle 8 iniziali, proprio contro l’Akragas; addirittura, il Matera ha anche conosciuto l’ultima posizione in classifica e, una volta chiamato Padalino, la risalita è stata fulminea. Oggi, come dicevamo, il Matera sbraccia per ottenere un posto nei play off che, potrebbero allontanarsi forse irrimediabilmente, qualora non dovesse arrivare la vittoria oggi. Inoltre, la società materana è sicuramente stata la protagonista di questa finestra del mercato di riparazione, centellinando la rosa nel migliore dei modi e rinforzandosi in tutti i reparti di gioco: è stato rinnovato proprio nella giornata di ieri il contratto al forte centrale difensivo Di Lorenzo, corteggiato da molti club di Serie B; il pericolo numero uno per l’Akragas si chiama Giacomo Casoli, ultimo arrivato in casa Matera. L’attaccante, di origine umbre, ha un passato nello Spezia con il quale nella stagione 2012 si rese protagonista della vittoria del campionato di Lega Pro e la storica promozione in cadetteria che ripete, due anni dopo, con il Como.

PROBABILI FORMAZIONI.

Lecce - Akragas, coppa Italia, esultanza dopo il goal di Leonetti
Lecce – Akragas, coppa Italia, esultanza dopo il goal di Leonetti

QUI MATERA. Come avevamo preannunciato le informazioni a disposizione della stampa e dei media sono notevolmente ridotte ma, cercando di ricostruire quanto fatto in settimana, possiamo ipotizzare le probabili formazioni che scenderanno in campo quest’oggi. Pasquale Padalino ha in mente l’undici che ha giocato a Monopoli, una settimana addietro. Il modulo dovrebbe essere il 4-5-1, secondo la teoria che squadra che vince non si cambia. Squalificato Carretta, per il quarto giallo rimediato, il mister foggiano lo sostituirà con Piccinni. In mezzo al campo spazio a De Rose, Iammellini e Armellino. In avanti, sugli esterni Letizia e Rolando con l’esordio dal primo minuto del centravanti Infantino. Panchina per il neo arrivato, Giacomo Casoli.

Akragas - Foggia, fase gara
Akragas – Foggia, fase gara

QUI AKRAGAS. Nicola Legrottaglie ha in mente di rivoluzionare la formazione, cambiando addirittura modulo di gioco. In settimana, dopo aver tenuto blindati gli allenamenti, nella giornata di mercoledì e giovedì il tecnico ha deciso di aprirli al pubblico. Secondo quanto visto, le indicazioni portano a pensare ad uno schieramento con una difesa a 3 composta da Marino,Thiago e Muscat; da registrare le defezioni di capitan Capuano, alle prese con un fastidio muscolare, e Lovric. Squalificato il brasiliano Vicente, a centrocampo farà il suo esordio assoluto con la maglia dell’Akragas il neo acquisto dal CSKA Sofia, Dyulgerov; accanto a lui, Salandria , Zibert e Mauri. Il rebus da risolvere è l’attacco, vero reparto problema della squadra. Con soli 11 reti siglate su 17 partite, l’attacco di Nicola Legrottaglie è da rivedere, in attesa che il mercato regali qualche rinforzo. Peppe Madonia, dato in partenza e con le valigie già pronte per raggiungere Messina, dovrebbe essere la novità della gara di oggi. Lui, lo ricordiamo, è un ex che ha lasciato ottimi ricordi a Matera, come lo scorso anno quando segnò ben 12 reti. La fotocopia bella, praticamente, di quanto visto finora ad Agrigento. Accanto a lui si giocheranno due maglie da titolare tre giocatori: Leonetti, Di Piazza e Cristaldi. Occhio anche al nuovo arrivato dal Catania, il giovane classe 1996 Andrea Di Grazia.

 

 

 

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY