Ricatto sessuale nell’agrigentino: una giovane di 19 anni “patteggia” la pena

Ricatto sessuale nell’agrigentino: una giovane di 19 anni “patteggia” la pena

0
SHARE
Una casa di appuntamenti dove si prostituivano ragazze romene di età compresa tra i 18 ed i 20 anni è stata scoperta a Catania, in via Bonforte, dai carabinieri, che hanno denunciato chi la gestiva, una 27enne, anch'essa romena, per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. I militari della compagnia di Piazza Dante sono intervenuti dopo aver visto alcuni annunci pubblicati on-line. Nell'appartamento sono stati trovati tre ragazze e un cliente. I carabinieri hanno accertato che la 27enne aveva affittato l'appartamento, un loft ben arredato, tramite una agenzia immobiliare per 350 euro al mese. Ai clienti venivano chiesti 100 euro a prestazione, che poi erano divisi equamente con le ragazze. L'appartamento non è stato sequestrato perchè il proprietario è risultato totalmente estraneo alla vicenda.

Ha patteggiato la pena ed è stata condannata dal Tribunale di Agrigento a 2 anni e 2 mesi di reclusione per un presunto ricatto a sfondo sessuale. La condannata è una rumena di 19 anni, Bianca Georgiana Aureliana Ciucur che secondo l’accusa avrebbe avuto rapporti sessuali con un uomo di 75 anni e poi, con l’aiuto di un presunto complice, Costel Enea, 31 anni, avrebbe filmato la scena per poi chiedere denaro in cambio della restituzione del materiale prodotto. Il presunto complice è stato ammesso a rito abbreviato in un udienza che si terrà il prossimo 3 maggio.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *