Apertura

Porto Empedocle, calunniati per estorsione: Gibilaro e Guarragi ammessi parte civile

Gli imprenditori, Gerlando Gibilaro, 35 anni, e Salvatore Guarragi, 46 anni, di Porto Empedocle, titolari della “Beton Calcestruzzi” sono stati ammessi come parte civile nell’udienza preliminare a carico di Angela Lo Iacono, 64 anni, e Vincenzo Drago, 67 anni, di Siculiana, titolari della società “Drago Calcestruzzi” e accusati di calunnia. Gibilaro e Guarragi vennero incomplati dai siculianesi di atti di estorsione, aggravati dall’appartenenza ad asosciazione mafiosa. Accuse per le quali i due imprenditore empedoclini sono stati totalmente scagionati dopo aver subito l’arresto nell’inchiesta antimafia “Nuova Cupola”. Gibilaro e Guarragi furono assolti con formula piena e hanno successivamente denunciato Lo Iacono e Drago.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Most Popular

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top
Notice: Undefined index: pps_open_in_url in /srv/www/vhosts/grandangoloagrigento.it/httpdocs/wp-content/plugins/popup-press/inc/pps_functions.php on line 221