Ambiente: Gdf Ragusa sequestra azienda recupero plastica

Ambiente: Gdf Ragusa sequestra azienda recupero plastica

0
SHARE

La guardia di finanza di Ragusa ha sequestrato per reati ambientali un’impresa di recupero plastica di contrada Mazara di Vittoria e una cava abbandonata di circa 20mila metri quadrati di contrada Macconi a Marina di Ragusa. Il provvedimento, emesso dal Gip Monica Maggioni, riguarda anche un’area industriale di circa 40.000 metri quadrati adibita, secondo l’accusa, a stoccaggio incontrollato di fanghi, rifiuti speciali e all’illecito smaltimento della plastica dismessa proveniente dagli impianti serricoli. Il rappresentante legale della societa’, in concorso con altri indagati, e’ stato denunciato per reati in materia ambientale legati all’illecito smaltimento di rifiuti speciali. Durante l’operazione militari delle Fiamma gialle hanno anche sequestrato tre semirimorchi contenenti rifiuti speciali ancora da smaltire e documentazione. Il materiale cosi’ illecitamente smaltito, utilizzato per ricolmare la cava abbandonata, arrecava grave nocumento alle falde acquifere della zona, di conseguenza all’ambiente e alla salute pubblica. L’azienda, il 26 febbraio scorso, era stata sottoposta a un sequestro probatorio, per verificare il rispetto delle prescrizioni contenute nelle autorizzazioni rilasciate, che e’ stato successivamente annullato dal Tribunale del riesame. Il nuovo provvedimento di sequestro preventivo emesso dal Gip su richiesta della Procura di Ragusa, e’ scaturito dagli esiti di ulteriori indagini di militari della guardia di finanza di Ragusa e da accertamenti tecnici dell’Arpa.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY