Agrigento

Deposizione pentito Tuzzolino: “Vivo in luogo segreto, ad Agrigento non potevo più stare”

di Redazione
Pubblicato il Mag 10, 2016

Continua la deposizione di Giuseppe Tuzzolino al processo che vede imputato l’ex governatore della Sicilia Raffaele Lombardo. E proprio uno dei difensori di Lombardo pone alcune domande al pentito agrigentino nel cosidetto “controesame”. Il processo si sta tenendo in una aula bunker e l’agrigentino è collegato in video da una località segreta.

Tuzzolino risponde: “Sono sotto protezione da tempo, vivo con la mia famiglia in un luogo protetto. Una vita serena ma non felice. Avevo paura, mi minacciavano continuamente. Ad Agrigento non potevo più stare. Prima non ho collaborato pienamente. Ora sì.”

In aggiornamento


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361