Mafia agrigentina, “Gerlandino Messina era il capo di Cosa nostra provinciale”: condannato

Redazione

Apertura

Mafia agrigentina, “Gerlandino Messina era il capo di Cosa nostra provinciale”: condannato

di Redazione
Pubblicato il Mag 20, 2016

Gerlandino Messina, 43 anni, di Porto Empedocle, è stato riconosciuto colpevole, dai giudici del Tribunale di Agrigento, di essere stato, per un certo periodo, il capo di Cosa nostra della provincia e, per questo, condannato. La sentenza è arrivata ieri ma, dato che Messina deve già scontare un’ergastolo, in pratica, aggiunge solo un anno di isolamento a quanto già inflitto all’ex boss empedoclino. Messina fu arrestato, dopo un periodo di latitanza, in una palazzina di Favara nell’ottobre del 2010.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361