Mafia agrigentina, infiltrato in Cosa Nostra per scoprire gli assassini del padre

Redazione

Apertura

Mafia agrigentina, infiltrato in Cosa Nostra per scoprire gli assassini del padre

di Redazione
Pubblicato il Mag 29, 2016
Mafia agrigentina, infiltrato in Cosa Nostra per scoprire gli assassini del padre

Una figura sui generis di cui molto poco si è detto e narrato, dal 2012 ha fatto irruzione nel panorama controverso della mafia agrigentina.
Si tratta di Vincenzo Marrella, 41 anni, di Montallegro, padre ucciso nella guerra di mafia, da non confondere con l’omonimo di 60 anni, finito indagato nell’inchiesta “Icaro”.
La sua figura emerge dalle “carte” giudiziarie sottoscritte dai Pm della Dda di Palermo che ne tracciano questo profilo, svelandone trascorsi e posizione.
Vincenzo Marrella (cl. 74) nel marzo 2012, rese una serie di dichiarazioni relativamente alla famiglia mafiosa di Montallegro ed ai possibili responsabili dell’omicidio del padre.
Nel corso dell’interrogatorio effettuato il 21.03.2012 innanzi ai sostituti procuratori Fulantelli e Ravaglioli, Vincenzo Marrella così
riferiva in ordine alle questioni legate al coinvolgimento della famiglia mafiosa di Montallegro nelle vicende di Cosa Nostra agrigentina: “Credo di avere scoperto gli autori dell’omicidio di mio padre Lorenzo Marrella ucciso il 12 febbraio 1998.

 

CONTINUA LA LETTURA ACQUISTANDO E SCARICANDO GRANDANGOLO N. 21.

Pulsante-Acquista-Ora


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361