Al Gay pride di Palermo un minuto di silenzio per vittime Orlando

Al Gay pride di Palermo un minuto di silenzio per vittime Orlando

0
SHARE
Gay pride a Palermo, Orlando in prima fila

Gay pride a Palermo
Gay pride a Palermo

E’ iniziata con un minuto di silenzio, per ricordare le vittime di Orlando, la manifestazione del Gay pride di Palermo.

Sono migliaia i palermitani che stanno partecipando al corteo partito da piazza Marina gridando slogan e ballando al ritmo della musica. A dare il via ufficiale al Pride è stata la voce di Jerusa Barros, la cantante capoverdiana che ha intonato la canzone ‘Credo negli essere umani’ di Marco Mengoni. Lo slogan di quest’anno è: ‘Migrare è umano. Identità in attesa di giudizio’.

Il corteo partito da piazza Marina ha percorso il Corso Vittorio Emanuele e la via Roma dove ha incrociato il flash mob basato su una coreografia di danza del ventre organizzato sulla scalinata del Palazzo delle Poste. Poi via per piazza Sturzo, piazza Castelnuovo, via Ruggero Settimo e chiudere il cerchio in via Cavour, piazza XIII Vittime e via Patti in direzione del Castello a mare.

“Con una straordinaria partecipazione Palermo si conferma città dei diritti”, ha detto il sindaco Leoluca Orlando, in prima fila con l’assessore Andrea Cusumano e altri componenti della giunta comunale.

Il Governatore siciliano Rosario Crocetta ha dato per la prima volta forfait perché è andato a Cefalù dopo gli incendi che hanno devastato il territorio. In testa al corteo c’è il carro del Coordinamento Palermo Pride con la musica di Miss Thunderpussycat e Miss Green Superbass in arte Las Venas.

Gay pride a Palermo
Gay pride a Palermo

A seguire il carro dell’Arci Palermo con il Forum antirazzista e il Mediterraneo antirazzista e poi quelli di Uniamoci Onlus, Udu con gli Studenti Medi, Exit e I love Tuesday, Crispies e Guerrilla Gardening, Tacchi a Spillo, Radio tv Azzura e Anirbas, Popshock e Countryclub, Designlab con Vespacafè e GP Parrucchieri. Gran finale a ”Casa Pride”, dove alle 20 interverrà il Coordinamento Palermo Pride e le autorità, e dopo l’esecuzione di ”Viva la vita” di Samuele Violante, inno ufficiale della manifestazione, verrà osservato un minuto di silenzio in ricordo delle 49 vittime della discoteca Pulse di Orlando. A questo punto, alle 21,30, inizieranno le danze, con lo spettacolo delle Drag Queen che presenteranno il concerto dei No Hay Problema. Sul palco saliranno Irene Ientile (voce), Marco Faldetta (basso e contrabbasso), Lucia Lauro (percussioni), accompagnati da Samuele Davì alla tromba e Paolo De Leonibus alle tastiere.

Il trio palermitano proporrà i brani più ballabili del loro nuovo disco, ”Quando la musica suona”,e pezzi come ”Cartagine”, omaggio allo slogan ufficiale del Palermo Pride, ”Migrare è umano. Identità in attesa di giudizio”, nella s tessa giornata in cui a Londra partirà il Convoy To Calais, un convoglio umanitario che dalla city arriverà al campo profughi di Calais.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *