Mafia agrigentina, blitz “Triokola”, Genova ricorre in Cassazione

Redazione

Apertura

Mafia agrigentina, blitz “Triokola”, Genova ricorre in Cassazione

di Redazione
Pubblicato il Lug 31, 2016
Mafia agrigentina, blitz “Triokola”, Genova ricorre in Cassazione

Sarà la Cassazione a decidere le sorti di Giuseppe Genova, 50 anni, di Burgio, coinvolto e arrestato nel corso dell’operazione antimafia denominata “Triokola”. Il Tribunale dei Riesame ha rigettato il ricorso della difesa, rappresentata dall’avvocato Giovanni Vaccaro, e, dunque, saranno i giudici della Suprema Corte a decidere se confermare o meno l’ordinanza di custodia cautelare in carcere dovrà essere confermata o meno. L’udienza è fissata il prossimo 26 settembre.

Le manette erano scattate per Giuseppe Genova, ritenuto dagli investigatori il capo della famiglia di Burgio, Andrea e Salvatore La Puma, padre e figlio, Gaspare Ciaccio, Vincenzo Buscemi, Massimo Tarantino e Luigi Alberto La Scala. Tutti gli arrestati sono originari di Burgio e Sambuca di Sicilia. A parte Genova, tutti i coinvolti, sono stati rimessi in libertà dal Tribunale del Riesame.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361