Provincia

Campofelice di Roccella: pulizia con le ruspe nel borgo medievale. La denuncia di SiciliAntica

di Redazione
Pubblicato il Ago 2, 2016
Campofelice di Roccella: pulizia con le ruspe nel borgo medievale. La denuncia di SiciliAntica

E’ una vergogna che il borgo di Roccella venga violentato in tutta la sua importanza storica e culturale con le ruspe per pulirlo dalle erbacce e dai canneti che ricoprono l’area archeologica.

E’ quanto denuncia la sede di Campofelice di SiciliAntica, l’Associazione che si occupa di tutela e valorizzazione dei beni culturali e ambientali, chiedendo alla Soprintendenza ai BB.CC. e al Sindaco di intervenire per la salvaguardia di quell’area di estrema importanza per il paese di Campofelice di Roccella e per l’intero comprensorio.
Nei giorni scorsi sono stati operati interventi per lo sfoltimento della vegetazione che ostruiva spazi, passaggi e visuale delle strutture superstiti fuori terra – si legge nella nota -. Queste operazioni sono state effettuate con l’utilizzo di mezzi meccanici che provocano danni alle strutture in vista, oltre che dispersioni e distruzioni di materiali posti negli strati superficiali del sottosuolo.
“Non è la prima volta che tutto questo accade e mentre il tempo sgretola inesorabilmente le tracce della storia – afferma il Direttivo di SiciliAntica – non si può permettere che anche la mano dell’uomo possa provocare danni irreparabili”.
“È un fatto gravissimo – afferma Alfonso lo Cascio della Presidenza regionale di SiciliAntica – che si intervenga in un prestigioso sito archeologico, quale quello della Roccella, facendo uso di mezzi meccanici e causando danni sia alla stratigrafia del sito sia ai resti dell’antico borgo. Per questo motivo diventa più che mai urgente acquisire quelli che sono i resti dell’antica Roccella al patrimonio pubblico per poterlo finalmente tutelare adeguatamente, valorizzarlo e renderlo fruibile. Non possiamo permettere che un luogo di così grande interesse non solo per il Comune di Campofelice ma per tutta la storia medievale del territorio rischi di essere cancellato per l’insensibilità di qualche privato cittadino”.
Il borgo di Campofelice e il suo Castello rappresentano un’area dall’importanza storica, culturale, sociale unica per il comprensorio e deve essere protetta. La sede di Campofelice sin dalla sua costituzione si batte e lavora per la valorizzazione del Castello di Roccella attraverso l’organizzazione di eventi culturali, rassegne, conferenze con ospiti di fama internazionale per rimettere al centro della vita culturale del territorio un sito che merita la giusta attenzione e considerazione.

Bisogna prendere atto dell’insuperabile esigenza di salvaguardia del sito monumentale della Roccella, conclude SiciliAntica, che non tollera più di essere degradato e deturpato così come fin’ora avvenuto.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361