Apertura

Mafia, il favarese Pirrera dal carcere ai domiciliari per motivi di salute

di Redazione
Pubblicato il Set 30, 2016
Mafia, il favarese Pirrera dal carcere ai domiciliari per motivi di salute

Potrà lasciare il carcere dove è detenuto per una condanna a 8 anni e 8 mesi perchè il tribunale di Sorveglianza di Palermo, accogliendo le istanze del difensore, l’avvocato Castronovo, ha concesso il differimento dell’esecuzione della pena per motivi di salute. Lui è Antonino Pirrera, 77 anni, su cui grava una sentenza di condanna per associazione mafiosa e estorsione aggravata e potrà restare ai domiciliari, per un anno, dove potrà curarsi e sottoporsi ad esami clinici per le diverse patologie di cui è afflitto. L’anziano fu arrestato nel blitz “Maginot” e fu riconosciuto colpevole di aver fatto parte della famiglia maiofsa di Favara. Pirrera finirà di scontare la pena nel marzo del 2020.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361