Mafia empedoclina, storia di Giulio Albanese “panza chiatta”, l’uomo che svelò i segreti di Cosa nostra

Redazione

Apertura

Mafia empedoclina, storia di Giulio Albanese “panza chiatta”, l’uomo che svelò i segreti di Cosa nostra

di Redazione
Pubblicato il Ott 23, 2016
Mafia empedoclina, storia di Giulio Albanese “panza chiatta”, l’uomo che svelò i segreti di Cosa nostra

Adesso gira regolarmente per le vie della Marinae ed ha solleticato qualche commento non proprio ortodosso, Giulio Albanese, inteso “panza chiatta” o “u pignataru”, tornato da poco a Porto Empedocle. Di lui si sa che è stato un maldestro picciotto di mafia e che si è sempre detto collaboratore di giustizia ma mai pentito.Grandangolo vi racconta la storia dell’empedoclino da poco tornato libero.

ACQUISTA E LEGGI L’ARTICOLO SU GRANDANGOLO. E’ FACILE E VELOCE E COSTA SOLO UN EURO.

Pulsante-Acquista-Ora


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361