Mafia agrigentina, pena ridotta per l’imprenditore Diego Di Gioia

Mafia agrigentina, pena ridotta per l’imprenditore Diego Di Gioia

Condividi

I giudici della Corte di Appello di Palermo hanno ridotto la pena inflitta in primo grado a Diego Di Gioia, 32 anni, imprenditore edile di Canicattì. Lo stesso canicattinese, infatti, è stato riconosciuto colpevole di associazione mafiosa ma la Corte ha escluso l’aggravante di avere riutilizzato beni e risorse economiche in Cosa nostra riducendo la pena a cui il canicattinese. Caduta l’aggravante di riciclaggio, dunque, Di Gioia è stato condannato a 3 anni di reclusione.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *