Terremoto, “Mettere in sicurezza i territori del Belice”

Terremoto, “Mettere in sicurezza i territori del Belice”

Condividi

Mettere in sicurezza i territori del Belice ad alto rischio sismico, rifinanziare gli interventi di ricostruzione della zona e attuare nell’area una politica di agevolazioni fiscali con particolare riferimento alle attivita’ produttive. E’ quanto contenuto in una risoluzione approvata dalla Commissione Ambiente del Senato, con cui si impegna il Governo a “concludere l’annosa vicenda della ricostruzione post-sismica della Valle del Belice, ivi inclusa la realizzazione di un programma di bonifiche ambientali per lo smaltimento dell’amianto e dell’eternit dei baraccamenti costruiti nei comuni della Valle”. Nella risoluzione si chiede di “sostenere l’elaborazione di un progetto di sviluppo socio-economico delle aree interne del Belice, attraverso forme di programmazione negoziata, da inserire prioritariamente nella programmazione dei fondi strutturali” e di “individuare una prioritaria e specifica misura di finanziamento idonea al recupero di immobili di particolare pregio storico-artistico-monumentale, danneggiati dal sisma e non ancora recuperati, anche attraverso l’acquisizione al patrimonio comunale per la loro futura fruizione pubblica”. Inoltre, si impegna il Governo “ad elaborare un piano di interventi straordinario per la viabilita’ generale” nella zona. “Sarebbe utile – ha spiegato il Presidente della Commissione, Giuseppe Marinello – disporre di un confronto degli importi attualizzati di quanto i cittadini italiani colpiti da eventi sismici, nel corso degli ultimi cinquant’anni, hanno ricevuto in media pro capite. Da tale confronto emergerebbero infatti evidenze contrastanti con il luogo comune in base al quale le risorse destinate al Meridione sono state uguali o superiori a quelle di cui ha beneficiato il Nord del Paese in simili frangenti”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *