Agrigento, arresto di Antonio Massimino, il Gup: “Promuoveva le decisioni operative”

Agrigento, arresto di Antonio Massimino, il Gup: “Promuoveva le decisioni operative”

Condividi
Il fermo di Antonio Massimino

Il Gup del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, ha scritto nelle motivazioni che dell’oridinanza con la quale ha disposto la convalida del dell’arresto che “Antonio Massimino – riferendosi ad un episodio specifico – è il promotore di tutte le decisioni operative”. Antonio Massimino, 48 anni, di Villaseta, è stato arrestato nei giorni scorsi per un tentativo di estorsione nei confronti di un imprenditore di Agrigento. Nella vicenda è coinvolto anche Liborio Militello, 49 anni, considerato dagli investigatori, un “fedelissimo” dello stesso Massimino. Secondo l’accusa i due avrebbero chiesto denaro e l’assunzione di personale nella ditta vittima della tentata estorsione. Gli atti della vicenda, trattandosi di tentativi di estorsione con metodo mafioso, sono stati trasmessi al tribunale di Palermo che dovrà emettere un provvedimento entro venti giorni. I legali dei due arrestati preannunciano il ricorso al tribunale del Riesame.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *