Porto Empedocle, accusato di aver accoltellato il nipote: assoluzione per Vasile Cozzo

Porto Empedocle, accusato di aver accoltellato il nipote: assoluzione per Vasile Cozzo

Condividi
Tribunale Agrigento

Era accusato di aver ferito al collo con una coltellata il nipote. Ma dopo 8 anni dall’inizio della vicenda Francesco Vasile Cozzo, 70 anni, di Porto Empedocle, è stato assolto per la prescrizione del reato di cui doveva rispondere. La vittima della presunta coltellata era Salvatore Prestia, cognato di Fabrizio Messina, fratello di Gerlandino, il boss agrigentino che sta scontando l’ergastolo. Prestia aveva dichiarato di essersi ferito in campagna e per questo era finito sotto processo per favoreggiamento. Anche per lui prescrizione e assoluzione. Tutto era nato da una intercettazione nei confronti della moglie del Prestia che aveva dialogato col padre riferendo di un ferimento del marito ad opera dello zio acquisito.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *