Arresto di Giuseppe Arnone, oggi davanti al al Riesame per chiedere scarcerazione

Arresto di Giuseppe Arnone, oggi davanti al al Riesame per chiedere scarcerazione

Condividi
L'avvocato Giuseppe Arnone col cappello da sceriffo

L’avvocato Giuseppe Arnone, attraverso i propri legali , gli avvocati Arnaldo Faro e Carmelita Danile, chiederà, oggi al Tribunale del Riesame di Palermo, l’annullamento dell’ordinanza emessa dal Gip Francesco Provenzano che il 12 novembre scorso portò del professionista agrigentino. Secondo l’accusa Arnone avrebbe ricattato la collega Francesca Picone minacciandola di scatenare una campagna di stampa contro di lei, indagata di irregolarita’ nella difesa di alcuni clienti, se non gli avesse dato 50 mila euro. L’avvocato, denunciato dalla collega, e’ stato arrestato mentre Picone gli consegnava due assegni da 14 mila euro. Dopo l’arresto Arnone era stato posto ai domiciliari per poi tornare in carcere.  Il gip di Agrigentom infatti, ha accolto la richiesta di aggravamento, presentata fa dalla Procura, guidata da Luigi Patronaggio dopo che, nei giorni scorsi, il legale, che era ai domiciliari, si era presentato al Palazzo di giustizia come imputato in un altro processo, e poi aveva indossato la toga e aveva difeso un’altra persona in un dibattimento diverso. Oggi, dunque, giornta importante per il noto avvocato che chiede la scarcerazione.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *