Liberato peschereccio mazarese sequestrato domenica scorsa a Malta

Liberato peschereccio mazarese sequestrato domenica scorsa a Malta

Condividi

Il peschereccio ‘Matteo Mazzarino’ della marineria di Mazara del Vallo , fermato domenica notte con 8 componenti dell’equipaggio a bordo, dalle autorità marittime di Malta, ha lasciato oggi dopo 5 giorni di trattative, il porto maltese della Valletta per far ritorno in territorio italiano.  

“Voglio ringraziare l’ambasciatore d’Italia a Malta Giovanni Umberto De Vito per il prezioso contributo e tutti gli altri protagonisti della macchina istituzionale italiana che si è prontamente attivata tra Roma,  Palermo,  Mazara e Bruxelles” dice l’assessore regionale siciliano all’Agricoltura e Pesca mediterranea, Antonello Cracolici. “Sono stati avviati i contatti con il ministro della Pesca di Malta Roderick Galdes e con il direttore generale Andreina Farruggia – spiega l’esponente della Giunta Crocetta -.

 E’ stato chiesto l’intervento del Comando generale delle capitanerie di porto, del direttore generale della Pesca del ministero Riccardo Rigillo e del direttore regionale Dario Cartabellotta, mentre il presidente del Distretto della Pesca Giovanni Tumbiolo ha seguito su mia disposizione l’evoluzione della trattativa. Le autorità italiane e maltesi – conclude Cracolici – continueranno a confrontarsi nelle prossime ore per individuare le ragioni che hanno portato al fermo del peschereccio italiano”.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *