Apertura

Il pentito Tuzzolino parla del boss Condello: “Diceva: i palmesi che comandano stanno in Germania”

Aveva il sacro terrore di Giuseppe Condello, il boss palmese assassinato insieme al suo autista, Vincenzo Priolo, il 27 gennaio del 2012, i cui cadaveri vennero nascosti dentro una vasca di scolo per le acque piovane, sotto un viadotto lungo la strada statale che conduce a Campobello di Licata, in contrada Ciccobriglio.
Paura fottuta al punto che definiva Condello più animale che persona. E la paura – racconta – lo costringeva a frequentarlo, ad ubbidire ciecamente ai suoi ordini.

LEGGI L’ARTICOLO SU GRANDANGOLO, ACQUISTALO A SOLO UN EURO.

Pulsante-Acquista-Ora

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Most Popular

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top