Palermo, “Pagò 100 euro a voto”: il boss pentito Tantillo accusa Ferrandelli

Giuseppe Castaldo

Palermo

Palermo, “Pagò 100 euro a voto”: il boss pentito Tantillo accusa Ferrandelli

Pubblicato il Gen 18, 2017
Palermo, “Pagò 100 euro a voto”: il boss pentito Tantillo accusa Ferrandelli

Sono le dichiarazioni del boss Giuseppe Tantillo, che nel 2012 dominava incontrastato il clan mafioso di Borgo Vecchio, a coinvolgere il candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative di Palermo, Fabrizio Ferrandelli.

Il boss pentito Giuseppe Tantillo

Il boss pentito Giuseppe Tantillò voti 

La vicenda – come scrive il bravo Salvo Palazzolo -fa riferimento alla precedente tornata elettorale, quella del 2012. L’accusa è pesante: voto di scambio politico – mafioso.

Il pentito Tantillo riferisce ai magistrati che Ferrandelli avrebbe acquistato un pacchetto di voti pagandoli 100€ cadauno.

Nell’avviso di garanzia che i carabinieri del nucleo Investigativo hanno consegnato lunedì mattina c’è anche una convocazione al palazzo di giustizia, per lunedì prossimo. L’esponente politico ha annunciato che resterà in silenzio fino all’audizione in procura, ai suoi collaboratori ha detto: “Sto crescendo nei sondaggi, faranno di tutto per fermarmi”.

 


Dal Web


  • Palermo

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Palermo

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Palermo

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Palermo

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361