Agrigento

Agrigento, benvenuto al nuovo Questore, Maurizio Auriemma (ft e vd)

Si è insediato questa mattina il nuovo Questore di Agrigento, Maurizio Auriemma, che è subentrato a Mario Finocchiaro, divenuto Questore di Messina.

Si tratta della prima sede di servizio da dirigente superiore della Polizia di Stato per il neo Questore di Agrigento che proviene dalla Questura di Trento dove ha ricoperto l’incarico di vicario del Questore.

Nella medesima Questura ha ricoperto anche l’incarico di dirigente della Divisione polizia amministrativa sociale e dell’immigrazione, nonché delegato quale componente delle Commissioni provinciali di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo e sulle sostanze tossiche e Presidente della Commissione tecnica provinciale esplosivi e sostanze infiammabili. Dall’ ottobre del 2014 al febbraio del 2015 è stato anche direttore a scavalco del Centro Addestramento Alpino della Polizia di Stato di Moena (TN).

Il dott. Auriemma, entrato nella Polizia di Stato nel maggio del 1985, come Vice Commissario ha prestato servizio in Liguria (presso il IV° Reparto Mobile di Genova, presso le Questure di Genova e La Spezia, alla Criminalpol Liguria), in Calabria (Dirigente del Commissariato di P.S. di Palmi) poi di nuovo in Liguria assumendo la Direzione del IV° Reparto Mobile di Genova ed in Lombardia (Dirigente del III Reparto Mobile di Milano).

Ha avuto la responsabilità dell’attività logistica della Polizia di Stato assicurata in occasione del Vertice G8 2001, delle Olimpiadi Invernali Torino 2006 e da ultimo ha seguito e coordinato i servizi di ordine e sicurezza pubblica nella Provincia Autonoma di Trento, compresi quelli inerenti le Universiadi Invernali Trentino 2013, il Festival dell’Economia nelle sue ultime edizioni.

Ed oggi ad Agrigento nel corso della conferenza stampa di presentazione è stato oltremodo chiaro: “La presenza, sul territorio, delle varie associazioni, del volontariato, perché possa diventare tutto sistema per il rispetto della legalità, è un lavoro iniziato che va continuato”.

Prima di incontrare la stampa ha incontrato i funzionari e i poliziotti della Questura ed il prefetto Nicola Diomede. Ma ha anche deposto una corona di alloro alla lapide dedicata ai caduti, posta all’ingresso della Questura. “La macchina è già partita e come è successo in passato vi sarà, per tutte le necessità del caso, una risposta da parte delle istituzioni e della Questura di Agrigento” – ha garantito – .

Auriemma ha parlato, più volte, durante il saluto con la stampa e dunque con Agrigento, della sua esperienza al commissariato di Palmi, in Calabria. Ed ha anche aggiunto: “Sono di origini campane, di Somma Vesuviana, in provincia di Napoli. Ero studente universitario quando la Camorra lasciava sul campo 200, 300 morti l’anno”. “Il sistema qua è collaudato, ha dato già dei frutti in passato – ha aggiunto – e mi auguro che con la mia presenza continui. Agrigento è una terra che ha espresso persone eccezionali, accanto agli uomini di cultura anche gli uomini dello Stato”

“Arrivo in questa terra – ha detto, durante la conferenza stampa svoltasi in Questura, – che ha espresso nomi importanti: Beppe Montana, il giudice Rosario Livatino. Cito chi ha sacrificato la propria vita per garantire il rispetto e la voglia di garantire in questa terra meravigliosa la presenza dello Stato. Ero passato, come turista, 27 anni fa da Agrigento. E tornare dopo 27 anni è stato emozionante. Ho fatto un’esperienza in Calabria, fra il ’90 e il ’92, ed in quella occasione io mi dicevo che il percorso naturale per un funzionario di polizia, dopo la Calabria, doveva essere proseguire verso la Sicilia. Io la Sicilia vedevo da Palmi, affacciandomi da casa. Ci ho messo 25 anni – ha concluso – per passare lo Stretto, ma la vita poi ripaga dalle attese”.

Il neo questore Auriemma si è soffermato a ringraziare la propria famiglia: “Mio papà è stato poliziotto, i tre fratelli di mia mamma sono stati tutti e tre in polizia, nonché una moglie che era funzionario di polizia. Il pedigree è originale. Non posso essere tacciato di appartenere ad altre istituzioni se non alla polizia di Stato”.

 

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top