Cronaca

‘Cold case’, carabinieri risolvono due omicidi

‘Cold case’ a Palermo, carabinieri risolvono due omicidi
I Carabinieri della compagnia di Lercara Friddi e delle stazioni di Prizzi e Palazzo Adriano, nel Palermitano, dopo diversi anni, hanno risolto due casi di omicidio ormai archiviati. Quattro gli arresti eseguiti dal Gip presso il Tribunale di Termini Imerese, su richiesta del sostituto procuratore della Repubblica, Guido Schinina’. L’attivita’ condotta dai militari dell’Arma ha reso possibile la riapertura di due distinti procedimenti penali, da tempo archiviati. La prima delle due indagini concluse e’ relativa ad un omicidio commesso nel 1992. La sera del 10 marzo, Giuseppe Filippello di 45 anni, fu raggiunto da un colpo di fucile calibro 12 mentre si apprestava a rincasare nella sua abitazione di Palazzo Adriano, paese noto alle cronache per essere stato il set del film premio Oscar “Nuovo Cinema Paradiso”.
Il consiglio comunale fu sciolto per mafia nell’ottobre 2016. Per l’assassinio di “Pippo u soldato” – cosi’ era nota la vittima in paese – sono stati arrestati due fratelli, Salvatore e Vincenzo Di Pisa, rispettivamente, di 56 e 54 anni, gia’ noti agli inquirenti, titolari di una concessionaria di auto usate che ha sede nel vicino paese di Prizzi. Appena due notti prima dell’omicidio, nella concessionaria dei due fratelli erano state danneggiate undici autovetture. Il gesto sarebbe stato commesso dalla vittima come rivalsa per le pesanti pressioni e minacce rivoltele dagli arrestati, dopo che aveva acquisito alcuni terreni siti in una contrada del comune di Palazzo Adriano. La seconda indagine riguarda un omicidio commesso nel 2007 a Prizzi. In questo caso la vittima fu il pensionato 84enne Vito Damiano, ucciso nelle prime ore della mattina del 16 settembre a seguito delle ferite infertegli con armi da taglio, mentre si trovava all’interno del suo casolare ubicato nelle campagne Prizzesi. L’anziano aveva sorpreso la badante ed il figlio di questa, mentre si stavano impossessando di oggetti di sua proprieta’, tra i quali un fucile calibro 12 ed alcune cartucce. Il tentativo di furto in casa degenero’ in una rapina aggravata, finita nel peggiore dei modi per il pensionato. Per il suo assassinio sono stati arrestata Antonina Giovanna Di Pisa, 64 anni, sorella di Salvatore e Vincenzo, ed il figlio della donna, Calogero Marretta, di 48 anni.
mi-piace

Loading…

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top