Giuseppe Giuliana da Canicattì, condannato ingiustamente per omicidio: la sua storia finisce in televisione

Redazione

Apertura

Giuseppe Giuliana da Canicattì, condannato ingiustamente per omicidio: la sua storia finisce in televisione

di Redazione
Pubblicato il Lug 14, 2017
Giuseppe Giuliana da Canicattì, condannato ingiustamente per omicidio: la sua storia finisce in televisione

Cinque anni di carcere piu’ 2 anni e 5 mesi con l’obbligo di dimora e divieto di espatrio per un omicidio mai commesso. Un errore giudiziario per il quale Giuseppe Giuliana, bracciante agricolo di 50 anni originario di Canicatti’ (Agrigento), ha chiesto e ottenuto un risarcimento dallo Stato di 500.000 euro. Riconosciuto colpevole in primo grado dalla Corte di Assise il 4 luglio 1997, la sentenza venne confermata anche dalla Corte di Appello: condanna a 19 anni di reclusione per omicidio, detenzione e porto d’armi da fuoco, rapina aggravata. Giuseppe Giuliana ha continuato a proclamarsi innocente tanto da riuscire a far riaprire il caso, che si e’ concluso con una sentenza di assoluzione da parte della Corte d’Assise d’Appello di Catania il 6 dicembre 2014. Ora si sta lentamente ricostruendo una vita. Il suo caso sarà discusso  domani alle 23.25 dal programma di Rai3 “Sono Innocente”, condotto da Alberto Matano.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361