Canicattì

Mafia, beni confiscati definitivamente a Lillo Di Caro: ora sono del Comune di Canicattì

Sono undici gli immobili, di vario genere, confiscati dallo Stato alla mafia e assegnati, dall’Agenzia Nazionale per l’amministrazione dei beni sequestrati e confiscati, al Comune di Canicattì.  Si tratta di 7 mini appartamenti che furono di proprietà di Lillo Di Caro, ritenuto dalle forze dell’ordine uno storico esponente di cosa nostra canicattinese, e altri quattri quattro immobili confiscati in via definitiva a Mario Bartolotta, anche lui di Canicattì, coinvolto nell’inchiesta denominata “Alta Mafia” ma poi assolto. Il Comune è già al lavoro per l’assegnazione dei ben a enti o associazioni che ne faranno richiesta.

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top