Medici e infermieri indagati per assentismo a Ribera: “Troppo clamore mediatico, nessuna interruzione servizio pubblico”

Redazione

Ribera

Medici e infermieri indagati per assentismo a Ribera: “Troppo clamore mediatico, nessuna interruzione servizio pubblico”

di Redazione
Pubblicato il Lug 20, 2017
Medici e infermieri indagati per assentismo a Ribera: “Troppo clamore mediatico, nessuna interruzione servizio pubblico”

Sulla vicenda dell’inchiesta dei 34 indagati, tra medici e infermieri, per presunti casi di assenteismo scoperti dalla Guardia di Finanza a Ribera, interviene Occhipinti, presidente provinciale della Federazione nazionale del Collegio degli Infermieri:

“Il clamore mediatico fatto attorno all’ episodio del 118 rischia di mettere in ombra il prezioso operato svolto da infermieri, autisti soccorritori e medici del 118. Chi ha sbagliato è giusto che paghi e noi siamo pronti ad esercitare il nostro ruolo istituzionale con eventuali provvedimenti disciplinari. Il servizio 118 non è un servizio di pronta disponibilità ma un servizio di guardia attiva 24 ore su 24. Parlare di interruzione di pubblico servizio mi sembra davvero troppo. Si configura tale reato se l’equipaggio del 118 a fronte di una chiamata della centrale operativa non è pronto a partire per i soccorsi sanitari richiesti perché impegnato in faccende personali. Il personale del 118 che si ferma a comprare da mangiare con il telefono pronto a rispondere alla chiamate della centrale operativa ed altrettanto pronto a mettersi in ambulanza ed essere immediatamente operativo, di sicuro non commette nessuna interruzione di servizio”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361