Catania

Sorvegliati speciali sorpresi in trasferta: arrestati 2 esponenti clan Rinzivillo

Agenti delle volanti hanno arrestato i gelesi Ivan Angelo Casciana, 28 anni e il catanese Giuseppe Domicoli, 28 anni, per violazione delle prescrizioni della sorveglianza speciale nonché il Domicoli per resistenza a pubblico ufficiale.


Nello specifico, intorno alle ore 14:00, una pattuglia in moto delle Volanti, transitando per via Dusmet, intimava l’alt polizia a tre individui a bordo di due scooter per procedere ad un normale controllo. Tuttavia i due conducenti facevano finta di non aver inteso l’intimazione e pertanto, a velocità sostenuta, continuavano la marcia imboccando varie strade fino a quando lo scooter con due individui a bordo veniva raggiunto e bloccato da un poliziotto in motocicletta in zona Pescheria, mentre l’altro continuava la marcia a velocità ancora più sostenuta, che diveniva una vera e propria fuga. Ne nasceva un rocambolesco inseguimento in pieno centro cittadino come fosse una scena da film: il fuggiasco imboccava la via Vittorio Emanuele, poi la via Landolina, la piazza Vincenzo Bellini, la via Coppola, Piazza Spirito Santo, Corso Sicilia, Piazza Carlo Alberto, gremita di gente e con le bancarelle ancora in fase di smontaggio, e tutto a folle velocità, con il poliziotto in moto che non demordeva dall’inseguimento, e poi ancora via Santa Filomena e via Umberto, dove il fuggiasco abbandonava lo scooter procedendo la fuga a piedi.
Nel contempo l’operatore della moto aveva fornito costantemente le vie percorse e le descrizioni dell’uomo alla sala operativa, che aveva fatto convergere in zona più pattuglie così da sbarrargli ogni via di fuga. E la manovra a tenaglia si concludeva con successo, invero in largo Rosolino Pilo altro equipaggio in moto intercettava l’uomo in fuga bloccandolo ed ammanettandolo.
Veniva identificato per il Domicoli di Gela, con a carico precedenti per droga e mafia, clan Rinzivillo, sorvegliato speciale di p.s. con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza.
Gli altri due venivano identificati per Ivan Angelo Casciana di Gela, anch’egli con a carico precedenti per droga e mafia, clan Rinzivillo, sorvegliato speciale di p.s. con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza e un catanese, pregiudicato per reati concernenti gli stupefacenti.
Per i due gelesi era inevitabile l’arresto e, per la gravità dei fatti, l’A.G. di turno disponeva che venissero entrambi associati presso il carcere di Piazza Lanza.
mi-piace

Loading…

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top