Cronaca

Abusivismo edilizio, sequestrato a Siculiana il b&b “La casa sulla spiaggia”

Il Tribunale di Agrigento ha disposto il sequestro penale del bed and breakfast “La casa sulla spiaggia” di Siculiana Marina di proprietà di Leonardo Caruana.
Il provvedimento è stato eseguito nei giorni scorsi dai carabinieri della compagnia di Agrigento. La struttura ricettiva, che si trova al confine con la riserva naturale di Torre Salsa gestita, è stata sequestrata nell’ambito di un’indagine per costruzione abusiva entro i 150 metri dal mare.
Il Comune, dopo gli accertamenti dei carabinieri, aveva disposto due diverse ordinanze di chiusura e demolizione per gravi irregolarità autorizzative e violazioni edilizie.
I provvedimenti del Comune sono stati impugnati davanti al Tar da Leonardo Caruana rappresentato e difeso dagli avvocati Vincenzo Airò e Massimiliano Valenza. Il Comune si è costituito in giudizio rappresentato e difeso dall’avvocato Giacinto Paci.
In particolare, con il secondo ricorso presentato al Tar, Caruana ha chiesto, come si legge nell’ordinanza, “l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia, della nota prot. 1038 del 07.11.2016, del Comune di Siculiana, notificata in data 8 novembre 2016, avente ad oggetto: “Divieto di prosecuzione attività – bed and breakfast La casa sulla spiaggia sito in Siculiana Marina, condotto da: Caruana Leonardo, nato ad Agrigento 01/03/1979″; dell’ordinanza di rimozione di opere abusive e ripristino dello stato dei luoghi, n.5 del 02.11.2016, del Comune di Siculiana, notificata in data 8 novembre 2016, avente ad oggetto: ”violazioni edilizie – Bed & Breakfast La Casa sulla spiaggia sito a Siculiana (AG) “Località Siculiana Marina, via Lungomare Siculiana Marina”;- ove occorra, del verbale di accertamento e di sopralluogo del 10.10.2016 effettuato dal responsabile e dirigente dell’Utc del Comune di Siculiana congiuntamente alle forze dell’ordine; nonché di ogni altro atto presupposto e/o connesso; nonché per l’ottemperanza al giudicato nascente dalla sentenza n. 181 del 22.01.2016 del Tar Sicilia, Palermo, con conseguente dichiarazione di nullità dei provvedimenti oggi impugnati”.
Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione terza (presidente Solveig Cogliani, Consigliere Maria Cappellano, Primo Referendario Estensore Sebastiano Zafarana) ha accolto nelle scorse settimane la domanda di sospensione dell’efficacia proposta con il ricorso di Caruana contro il Comune, e ha sospeso gli impugnati provvedimenti; fissando per la trattazione di merito del ricorso la prima udienza pubblica del mese di febbraio 2018 e condannando il Comune di Siculiana al pagamento delle spese della presente fase cautelare che liquida, in favore di parte ricorrente, in 750,00 euro oltre oneri e accessori di legge.
Secondo l’ordinanza dei giudici amministrativi il b&b, dunque, avrebbe potuto riaprire i battenti. Ma il tribunale di Agrigento ne ha disposto adesso il sequestro penale, la struttura dunque al momento resta ancora chiusa.

Loading…

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

Grandangolo Agrigento il sito di notizie, attualità, cronaca, mafia della provincia di Agrigento e della Sicilia Direttore: Franco Castaldo E-mail: GRANDANGOLOAGRIGENTO@GMAIL.COM

Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361

To Top