Abusivismo: vertice sicurezza con Alfano a Licata, “Avanti ruspe”

Redazione

Licata

Abusivismo: vertice sicurezza con Alfano a Licata, “Avanti ruspe”

di Redazione
Pubblicato il Mag 10, 2016

“Mentre noi siamo qui, le demolizioni proseguono e un’altra casa e’ stata abbattuta”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano, oggi a Licata per sostenere il sindaco Angelo Cambiano, ieri sera obiettivo di una nuova intimidazione che ha danneggiato la casa del padre, chiaro messaggio contro il suo piano di abbattimenti delle strutture abusive. Alfano ha partecipato a un vertice sulla sicurezza nel territorio della provincia, alla presenza del prefetto, della procura, delle forze dell’ordine e dei sindaci, proponendo la scorta per Cambiano e una vigilanza nei luoghi a lui legati e da lui frequentati. Nessun dietrofront, quindi, nonostante le proteste, anche oggi organizzate in occasione dell’arrivo del ministro, con un gruppo che gridava ‘vergogna, vergogna’. “Lo Stato c’e’, e’ forte – ha aggiunto – e fa rispettare le proprie regole. Siamo con tutti gli amministratori che si pongono dalla parte della legge e che per farlo corrono dei rischi personali. E’ il tempo per tutti di pronunciare parole chiare; deve farlo anche la politica locale e invito tutti a schierarsi con il sindaco che altro non ha fatto che firmare un protocollo con la Procura e sotto la vigilanza della prefettura per realizzare queste demolizioni”.


Dal Web


  • Licata

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Licata

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Licata

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Licata

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361