Acqua: accertamenti Gdf, da dieci giorni, su gestione Girgenti Acque

Acqua: accertamenti Gdf, da dieci giorni, su gestione Girgenti Acque

Condividi
Girgenti acque

Personale della Guardia di Finanza di Agrigento ha acquisito una serie di informazioni sui rapporti tra Girgenti Acque, ente gestore del servizio idrico in provincia di Agrigento, e l’amministrazione comunale di Canicattì. Le fiamme gialle in particolare hanno voluto chiarimenti sulla modalità di rendicontazione delle forniture anche con riferimento al già commissariato Consorzio Acquedottistico “Tre Sorgenti” di Canicattì e sul personale utilizzato nei diversi servizi ed uffici interni ed esterni al Comune e all’ente gestore. La “tappa” di Canicattì sarebbe solo una delle tante di una più ampia inchiesta partita anche da esposti anonimi e denunce politiche pubbliche sulla gestione del servizio idrico in provincia di Agrigento. In effetti, da dieci giorni la Guardia di finanza sta mettendo al setaccio l’intero reparto amministrativo, sequestrando atti contabili e delibere della società d’ambito per essere controllate una per una. Nessun legame ufficiale ma l’indagine autonoma della Guardia di finanza è scattata (e non è stata l’unica) dopo la pubblicazione su giornali e tv di rilievo nazionali di articoli molto critici sulla gestione di Girgenti acque delle risorse idriche nell’agrigentino.

 

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *