Acqua bollente e minacce di morte contro agenti custodia: protagonista detenuto...

Acqua bollente e minacce di morte contro agenti custodia: protagonista detenuto nisseno

0
SHARE

“E’ molto delicato e rischioso il compito che quotidianamente è svolto dal personale di Polizia Penitenziaria”. Una dichiarazione rilasciata dal Coordinatore Fp CGIL Paolo Anzaldi e dalla segretaria Provinciale Fp CGIL Rosanna Moncada all’indmani dell’aggressione fisica e verbale subita al carcere di Caltanissetta da due Assistenti Capo.

Nonostante la normativa vigente preveda che la sorveglianza generale debba essere svolta dagli ispettori, la gestione nissena, che l’organizzazione sindacale ha più volte ribadito essere “maldestra”, ha disposto il turno notturno per due assistenti capo.

Nella notte scorsa, però, un detenuto di “alta Sicurezza” ha lanciato una pentola di acqua bollente sui due poliziotti provocando gravi ustioni e bruciature e, inoltre, proferendo pesanti minacce di morte nei confronti dei familiari di uno dei due Assistenti Capo.

La segreteria FP Cgil di Caltanissetta esprime “solidarietà ai Poliziotti Penitenziari in servizio presso la C/C di Caltanissetta vittime di una vile aggressione sui due assistenti capo che stavano svolgendo il loro compito con grande senso di abnegazione e dovere”.s

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *