Agenti penitenziari aggrediti in Tribunale

Agenti penitenziari aggrediti in Tribunale

0
SHARE

“Si sono registrati nel corso della tarda mattinata odierna (ieri n.d.r.) attimi di criticità presso il Palazzo di Giustizia di Catania.”

A darne notizia è il Segretario Generale Aggiunto dell’OSAPP – Domenico Nicotra –  che con l’occasione rende note le carenze strutturali relative alle aeree di pertinenza del personale e dei mezzi del Corpo di Polizia Penitenziaria presso gli Uffici Giudiziaria di Piazza Verga.

“Tutto è avvenuto, prosegue Nicotra, quando i familiari dei detenuti tradotti presso le Aule del Tribunale di Catania – circa una decina Alta Sicurezza e solo dal Carcere di Catania – hanno ignorato l’ordine della  Polizia Penitenziaria di sgomberare, per ovvi motivi di sicurezza e ordine pubblico, l’area adiacente che consente l’accesso degli uomini e mezzi del Corpo che assicurano quotidianamente le traduzioni di molti detenuti. Detenuti che provengono quasi quotidianamente un po’ da tutti gli Istituti siciliani.”

“Come sempre l’alta professionalità acquisita dalla Polizia Penitenziaria, ed anche un po’ di fortuna, ha consentito che la situazione non degenerasse con possibili gravi ripercussioni.  Purtroppo, continua il sindacalista dell’OSAPP, anche le gravi carenze di organico incidono negativamente su simili circostanze.”

“Tuttavia, conclude Nicotra, è comunque necessario che vengano effettuati anche degli urgenti lavori strutturali tali da consentire l’installazione di “paratie” che inibiscano a chiunque di poter avere anche dei brevi contatti visivi con i detenuti che accedono dall’ingresso a loro riservato nei locali del Palazzo di Giustizia di Catania.”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY