Agguato nel Siracusano, un fermo dei Cc per tentato omicidio

Agguato nel Siracusano, un fermo dei Cc per tentato omicidio

0
SHARE
Giovanni Vizzini

I carabinieri hanno fermato per tentato omicidio Giovanni Vizzini, 29 anni, di Pachino, in provincia di Siracusa. Il giovane è accusato di avere esploso alcuni colpi di pistola contro Antonio Di Maiuta, ferendolo alle gambe. E’ accaduto ieri mattina, nei pressi del mercato ortofrutticolo di Pachino. La vittima, scesa dalla propria auto, è stata avvicinata da una utilitaria dalla quale, secondo una ricostruzione degli investigatori, sarebbe sceso Vizzini, che avrebbe fatto fuoco, dandosi poi alla fuga. Immediatamente soccorso dai passanti, Di Maiuta è stato trasportato in ospedale. L’uomo ha riportato diverse ferite alle gambe.

Sul posto sono intervenuti i militari della Stazione Carabinieri di Pachino che hanno avviato le indagini, concentrando la loro attenzione sull’indagato, individuato come l’autore del gesto. L’agguato si è verificato, poco dopo le 11, in via Giovanni Pascoli, nella zona del mercato. I carabinieri avevano subito individuato due persone. Da una prima ricostruzione, Antonio Di Maiuta si trovava a bordo della sua auto, una Lancia Thesis, quando è stato affiancato da un’autovettura dalla quale sono stati sparati tre colpi di pistola.

Di Maiuta si sarebbe fermato ed avrebbe cominciato a fuggire a piedi ed a quel punto i suoi aggressori avrebbero sparato altre cinque volte, colpendolo alle gambe. Sembra comunque chiaro l’intento di non uccidere l’uomo, che adesso si trova ricoverato all’ospedale Di Maria di Avola.

Il giovane, rintracciato presso la propria abitazione, è stato condotto presso la casa circondariale Cavadonna di Siracusa.

Antonio Di Maiuta è il padre di Enrico, uno dei tre giovani fermati sei giorni fa per l’omicidio del venticinquenne Paolo Forestieri.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *