Agrigento, abusi sessuali sulla figlia della convivente: “Non ho fatto niente”

Agrigento, abusi sessuali sulla figlia della convivente: “Non ho fatto niente”

0
SHARE

Si difende dalle accuse l’agrigentino, di 50 anni, accusato di violenza sessuale sulla figlia minorenne della sua convivente ed arrestato dalla polizia lo scorso venerdì.

Il provvedimento restrittivo emesso dal Gip lo accusa di aver costretto la ragazza a compiere e subire atti sessuali. A indagare, dopo la denuncia della stessa vittima, è stata la Squadra Mobile, coordinata dal sostituto procuratore Brunella Sardoni che ha chiesto e ottenuto dal gip Alessandra Vella la misura cautelare.

Secondo quanto ricostruito, per sette anni, fin da quando ne aveva dieci, alla ragazzina è stato imposto di subire e praticare continui atti sessuali con il patrigno, che la ricattava e minacciava.

Ieri, nell’interrogatorio di garanzia, davanti al gip Alessandra Vella, l’uomo ha risposto alle domande negando ogni addebito. Secondo l’agrigentino le accuse della ragazza, oggi 17enne, sarebbero completamente infondate.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *