Agrigento, “accoltellò il padre”, dopo l’evasione, l’arrestato torna ai domiciliari

Redazione

Agrigento

Agrigento, “accoltellò il padre”, dopo l’evasione, l’arrestato torna ai domiciliari

di Redazione
Pubblicato il Ott 13, 2018
Agrigento, “accoltellò il padre”, dopo l’evasione, l’arrestato torna ai domiciliari

Era stato arrestato, giovedì scorso, dai carabinieri della stazione di Villaggio Mosè, con l’accusa di evasione.

Ora, dopo la convalida dell’arresto,Alfonso Passarello, 33 anni di Agrigento, torna ai domiciliari. A disporlo il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Ornella Zelia Maimone.

L’agrigentino, affetto da problemi psichici, soggiornava in una comunità di Favara in regime di arresti domiciliari quando è stato pizzicato all’esterno della struttura dai militari.

Passarello, difeso dall’avvocato Daniele Re, era stato arrestato lo scorso gennaio dopo aver sferrato 9 coltellate all’indirizzo del padre in via Santo Spirito, nel centro di Agrigento.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04