Agrigento, acqua a “sbafo” per rivenderla, citazione a giudizio per due persone

Redazione

Agrigento

Agrigento, acqua a “sbafo” per rivenderla, citazione a giudizio per due persone

di Redazione
Pubblicato il Ott 30, 2018
Agrigento, acqua a “sbafo” per rivenderla, citazione a giudizio per due persone

Sono accusati di aver prelevato acqua dalla rete idrica gestita da Girgenti Acque e di aver rivenduto la stessa a privati cittadini.

Per questo motivo, due agrigentini, Giuseppe Di Maria, 51 anni, e Margherita Gallo Cassarino, 28 anni, sono stati raggiunti da citazione diretta a giudizio disposta dal procuratore aggiunto Salvatore Vella. Il processo è stato fissato per il primo febbraio del prossimo anno.

I due sono accusati di aver rubato circa 5.000 litri d’acqua e di aver riempito una cisterna su un autocarro che stava per andare e rifornire privati cittadini.

Per la vicenda, un altro coinvolto, Giuseppe Di Maria, 27 anni, ha chiesto e ottenuto il patteggiamento a 1 anno e 4 mesi di reclusione.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04