Agrigento, arresto di Giuseppe Arnone: questa mattina in carcere l’udienza di convalida

Agrigento, arresto di Giuseppe Arnone: questa mattina in carcere l’udienza di convalida

Condividi
Giuseppe Arnone

E’ oggi il giorno di Giuseppe Arnone, l’avvocato agrigentino che sabato scorso è stato arrestato dagli uomini della Squadra Mobile di Agrigento all’uscita dello studio legale di un altro avvocato, Francesca Picone, nei confronti della quale, secondo le accuse mosse, avrebbe posto in essere una presunta estorsione da 50 mila euro.

E’ previsto per questa mattina l’incontro con Gip del Tribunale di Agrigento per Giuseppe Arnone, 56 anni, noto esponente politico siciliano, finito in manette, sabato scorso, con l’accusa di estorsione ai danni della collega Francesca Picone. Arnone, ex presidente regionale di Legambiente, piu’ volte candidato a sindaco di Agrigento, e’ stato bloccato, dagli uomini della Squadra Mobile, dopo avere ricevuto due assegni di 14.000 euro, su un totale concordato di 50.000.

La cifra, secondo le accuse, sarebbe stata chiesta per non alzare clamore mediatico su una vicenda giudiziaria nella quale l’avvocatessa Picone era coinvolta e Arnone assisteva legalmente le controparti.

L’udienza di convalida dell’arresto è fissata per le ore 9,30 presso il carcere di contrada Petrusa dove il professionista agrigentino si trova al momento recluso.

 

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *