Agrigento, comunità per malati psichici in centro: intervento del comitato civico

Redazione

Agrigento

Agrigento, comunità per malati psichici in centro: intervento del comitato civico

di Redazione
Pubblicato il Apr 16, 2018
Agrigento, comunità per malati psichici in centro: intervento del comitato civico

Ad Agrigento si è costituito il comitato “Centro Storico = Turismo?”, movimento spontaneo di cittadini residenti nei pressi di Piazza Lena, presieduto da Francesco Foti, nato con l’intento di disvelare le problematiche che affliggono il centro storico di Agrigento. In particolare, la reazione dei residenti è dovuta all’insediamento dai primi giorni del mese di febbraio di una comunità di disabili psichici nell’immobile ottocentesco di Piazza Lena.

“In più occasioni – dichiarano gli avvocati Barbara Garascia ed Emanuele Dalli Cardillo chiamati in rappresentanza ed a tutela del comitato – l’attuale amministrazione ha affermato che la riqualificazione del centro storico di Agrigento deve rappresentare il volano per il rilancio turistico della città. Con tale finalità, sono stati già investiti centinaia di migliaia di euro dei contribuenti per la realizzazione di interventi di riqualificazione artistica sulla Piazza Lena e sulla Piazza San Giuseppe. Di tali nobili intenti oggi rimane ben poco”. 

Oltre a versare spesso in condizioni di degrado e di abbandono, il centro storico risente dell’inesistenza di una regolamentazione comunale e soprattutto della mancanza di buon senso nella gestione di autorizzazioni e permessi. 

Trasformare l’Hotel Bella Napoli, sito in un immobile ottocentesco in Piazza Lena, in una comunità alloggio per malati psichici ha suscitato la reazione dell’intero quartiere che giudica improvvida tale scelta: solo negative sono le conseguenze per gli stessi soggetti svantaggiati ospiti della comunità che, non potendo vivere confinati all’interno di un appartamento si riversano nella piazza antistante e sulla via Atenea, con le loro problematicità crudamente svelate, il loro tormento, quella diversità che viene marcata e che affligge senza trarne vantaggio. 

Pieno è il rispetto per la sofferenza ed il disagio degli ospiti della comunità, ma non si possono sottacere le ripercussioni negative sull’affluenza turistica. Si fa rilevare come, infatti, nello stesso stabile e nella zona circostante siano attive strutture ricettive, alcune delle quali annoverate tra le eccellenze dell’offerta turistica agrigentina che devono garantire relax e sano divertimento ai propri ospiti. Sono attività portate avanti con sacrificio ed impegno, che garantiscono il sostentamento economico di più famiglie, vantaggi occupazionali per tutte quelle piccole e medie imprese facenti parte dell’indotto del settore ed  un ritorno di immagine a vantaggio dell’intera cittadinanza, 

L’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro, già dal 13 marzo c.a. ha revocato l’autorizzazione al funzionamento della comunità in Piazza Lena a causa di irregolarità riscontrate, ma la comunità continua ad essere operativa nello stabile, pertanto, a nome del comitato si chiede all’amministrazione comunale di intervenire sollecitamente individuando una zona più idonea ad accogliere gli ospiti della comunità e nel contempo si sollecita la stesura e l’approvazione di un regolamento relativo all’intero territorio comunale, idoneo a tutelare le strutture ricettive e commerciali già esistenti”. 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361