Agrigento, così la Sagra è poco gradita in via Callicratide e Manzoni

Agrigento, così la Sagra è poco gradita in via Callicratide e Manzoni

0
SHARE
Sagra del Mandorlo, repertorio

Commercianti e  abitanti di via Callicratide e Manzoni,  esprimono il  più totale rammarico riguardo la programmazione della “Sagra del mandorlo in fiore”.

“Se i commercianti della via Atenea parlano di “attentato” – riferisce Daniele Vita titolare di  una cartoleria – verso i loro esercizi commerciali in seguito a una sciagurata collocazione di un Palatenda dichiarato poi inagibile, che toglie loro posti auto per chi vorrebbe passeggiare nel salotto della città, noi commercianti delle vie Callicratide, Manzoni,  potremmo parlare di un vero e proprio “omicidio “ nei nostri confronti poichè gli “attentati” già li subiamo ogni giorno a causa di un’amministrazione comunale che ci considera sempre più come cittadini di serie B. La conferma  la stiamo avendo anche in occasione della Sagra. La Sagra del Mandorlo in fiore dovrebbe essere  di tutti i suoi cittadini  e non solo del salotto buono, e non solo dei centri commerciali, dovrebbe giungere anche nelle zone più periferiche e nelle zone più distaccate della città, poiché non tutti  si possono permettere di arrivare fino al fulcro della manifestazione”

Non da ora – ci confermano altri  abitanti e commercianti della Via Callicratide e Manzoni—che si sono accorti  che è Sagra solo per il mercoledì della fiaccolata e per la domenica conclusiva,  ma già da tempo dalle suddette vie in occasione della fiaccolata si sono visti  sfilare solo gruppi in tarda ora, stanchi, a volte senza fiaccole, e spesso e volentieri anche dimezzati, visto che alcuni riprendono i bus in piazza Stazione.

“Ma quest’anno a quanto pare – conclude Daniele Vita – qualcuno ha deciso di mancarci nuovamente di rispetto, che  per noi non ci sarà il passaggio della “Fiaccolata dell’amicizia” (non menzionandoci nel programma) forse perchè noi non siamo amici di nessuno o non abbiamo amici importanti, forse abbiamo litigato con qualcuno non so, ma qualcuno tra organizzatori e amministrazione comunale ci deve spiegare, anche perchè se si fa la Sagra è anche grazie ai nostri soldi”

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY