Agrigento e degrado, Spataro: “Da Fontanelle grido d’allarme” (Fotogallery)

Redazione

Agrigento

Agrigento e degrado, Spataro: “Da Fontanelle grido d’allarme” (Fotogallery)

di Redazione
Pubblicato il Set 2, 2017
Agrigento e degrado, Spataro: “Da Fontanelle grido d’allarme” (Fotogallery)

Ad Agrigento il consigliere comunale Pasquale Spataro, di Forza Italia, interviene nel merito della perdurate e grave condizione di degrado igienico e sanitario in generale, e, in particolare, in riferimento a ciò che incombe a Fontanelle, in piazza Savatteri Castelli, dal numero 37 in poi. Pasquale Spataro, che allega delle fotografie testimonianza, afferma: “Tanti cittadini mi hanno segnalato, ed è documentato in foto, lo stato di profondo degrado in cui versa la piazza Savatteri Castelli a Fontanelle, tra rifiuti di ogni genere, mancanza di discerbamento, e proliferare di ratti e insetti pericolosi. Oltre due anni di amministrazione e gestione dell’ambiente non sono serviti a nulla. E’ da mesi che l’amministrazione comunale e l’assessore all’ambiente, Fontana, ripetono le solite manfrine, adducendo e aggrappandosi a giustificazioni varie a cui ormai non crede più nessuno. La pulizia della città è il primo compito di un’amministrazione comunale, a maggior ragione se tale amministrazione si è professata come quella della rinascita e del cambiamento. Al contrario, invece, non ha prodotto nulla se non lo stato urbano disastroso in cui versano strade, quartieri e intere frazioni, e di cui la piazza Savatteri Castelli a Fontanelle è specchio inconfutabile. Nel frattempo, a cittadini e commercianti sono imposte tasse sui rifiuti da capogiro. Il sindaco Firetto e l’assessore Fontana se non sono capaci si facciano da parte, e lascino spazio a qualcuno che abbia tempo e voglia di spendersi veramente per la nostra città” – conclude Pasquale Spataro.

 


Dal Web


  • Agrigento

    Blitz “Montagna”, pizzo sui migranti: “Spaventiamo tutti”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Un rullo compressore la mafia di Agrigento, "molto più pericolosa e seria", altro che quella palermitana, considerata inaffidabile. Di più, le cosche agrigentine, la loro prontezza e organizzazione "spaventa tutti". Non è solo una questione di prestigio. Si tratta soprattutto di affar..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    “Operazione Montagna”, la conferenza stampa alla Dda di Palermo

    di Redazione
    Pubblicato il 22 01 2018

    https://youtu.be/Bv32lBLBQW8..

    Continua a Leggere

  • Agrigento

    Operazione Montagna, colonnello Pellegrino: “Blitz sia segnale di fiducia nei confronti delle istituzioni”

    Pubblicato il 22 01 2018

    Quindici capi mafia arrestati. Una cosca decapita. La famiglia mafiosa agrigentina che perde quote di vertici e di gregari. La strada però resta in salita. Perché la mafia agrigentina è una mafia che “risponde a un’ortodossia antica. È il fiore all’occhiello della mafia siciliana”. <..


  • Agrigento

    Operazione “Montagna”: a Favara comanda Pasquale Fanara

    Pubblicato il 22 01 2018

    Dall'operazione antimafia "Montagna" dei carabinieri del Comando provinciale di Agrigento che hanno eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare nei confronti dei vertici dei mandamenti e delle cosche di Cosa nostra dell'Agrigentino emergono importanti novità sugli assetti mafiosi territoriali e sul..


  • Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361