Agrigento e i rifiuti, i consiglieri Vitellaro e Bruccoleri scrivono al Sindaco e all’Assessore Hamel

Redazione

Agrigento

Agrigento e i rifiuti, i consiglieri Vitellaro e Bruccoleri scrivono al Sindaco e all’Assessore Hamel

di Redazione
Pubblicato il Giu 14, 2018
Agrigento e i rifiuti, i consiglieri Vitellaro e Bruccoleri scrivono al Sindaco e all’Assessore Hamel

“Interpretando  l’umore e le pressanti proteste degli agrigentini, con cui sentiamo il bisogno di scusarci per i disagi, in relazione alla delicata fase di cambiamento che stiamo vivendo con l’introduzione della raccolta differenziata, abbiamo pensato di sollecitare e suggerire l’Amministrazione attiva”. Così i consiglieri del Comune di Agrigento, Pietro Vitellaro e Margherita Bruccoleri nella lettera aperta inviata al Sindaco di Agrigento e all’assessore comunale all’ambiente Nello Hamel.

“Una Città che guarda ad un futuro di continua crescita deve cambiare le proprie abitudini radicalmente anche nel sistema dei rifiuti, attraverso la raccolta differenziata. Noi per primi ci crediamo. La storia ci insegna che ogni cambiamento radicale comporta una prima fase di start-up delicatissima che comporta, fisiologicamente, delle importanti difficoltà e disagi, aggiungono Vitellaro e Bruccoleri.  Occorre, però, ridurre le difficoltà ed i disagi al minimo esercitando ogni azione con forza e determinazione. Nello specifico si da pieno sostegno e forniamo la massima collaborazione all’Amministrazione affinché continui ad esercitare a pieno i propri poteri di accertamento sugli incivili, sugli evasori e sulle inadempienze delle Aziende che si occupano del servizio di raccolta.

Per tali ragioni, a nostro parere, è necessario compiere le seguenti azioni:

1)     Continuare ed incrementare i serrati controlli sugli incivili cosiddetti “lanciatori seriali”;

2)     Continuare con la lotta agli evasori (già in corso) incrociando le banche dati con altri fornitori di servizi (Enel, Girgenti Acque..);

3)     Considerato che il Comune è in perfetta regola con il pagamento di quanto previsto nel contratto, occorre irrogare sanzioni, al raggruppamento di Imprese che gestisce la raccolta dei rifiuti , senza esitazioni, quando si ravvisano inadempienze contrattuali;

4)     Diversificare ed ottimizzare  la comunicazione sui social e sui media per raggiungere la totalità degli utenti nel minor tempo possibile in caso di cambiamenti nelle giornate di raccolta differenziata (attraverso 1)una finestra nel sito dedicata in continuo aggiornamento – 2) gruppo Whatsapp volontario, su larga scala, dedicato e provvisorio per l’emergenza etc);

​5​)     Potenziare l’attività di controllo anche attraverso un regolamento (di cui potremmo essere promotori in Consiglio) che istituisca la figura dell’ispettore ambientale volontario con cui i cittadini potranno avere poteri sanzionatori a tutela dell’ambiente;

E’ chiaro, concludono i due consiglieri,  che in  questa fase delicata di cambiamento è necessario fornire la più ampia collaborazione e pazienza. Facendo ciascuno il nostro dovere, siamo certi che, con tenacia e determinazione, usciremo da questa fase critica e riusciremo a tornare ad essere una Città pulita, con una percentuale di differenziata tra le più alte della Sicilia, con un costo del servizio, che già dal prossimo anno, sarà decisamente più basso con grande sollievo per tutta la cittadinanza”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04