Agrigento

Agrigento, Gibilaro: “Con Firetto 20 milioni di debiti a Porto Empedocle”

di Redazione
Pubblicato il Ago 11, 2016

Il consigliere comunale indipedente, Gerlando Gibilaro, ha inviato la seguente nota stampa: “Dall’articolo del 9 agosto 2016 pubblicato su La Repubblica online di Palermo apprendiamo che il Dirigente Tumminello il 5 agosto 2016 ha trasmesso all’ufficio di Presidenza del Consiglio Comunale la proposta di dissesto del Comune di Porto Empedocle. Apprendiamo che lo stesso Comune sino ad oggi ha usufruito di 12 milioni di euro di compensazioni per il Rigassificatore dell’Enel. Apprendiamo che al Comune di Porto Empedocle, nell’era Firetto, “sotto il suo naso”, i Consiglieri comunali percepivano il doppio delle indennità.Apprendiamo che l’eredità lasciata dall’Onorevole Firetto ex Sindaco di Porto Empedocle, nonché attuale Sindaco della Città di Agrigento sarebbe verosimilmente intorno ai 20 milioni di euro di debiti. Apprendiamo che lo Stato ha decurtato il 30% delle indennità del Sindaco Carmina e dei suoi Assessori i quali responsabilmente hanno rinunciato ad un ulteriore 30% per sforamento del patto di stabilità dell’Ente.

Opportuno e doveroso appare ricordare agli Agrigentini capaci ancora di capire, che il Comune di Porto Empedocle sino ad un anno fa, è stato amministrato per parecchi anni dall’Onorevole Firetto, oggi Sindaco della Città di Agrigento.

Onorevole Sindaco, siamo seriamente preoccupati e tale preoccupazione nasce anche dalla lettura della Deliberazione n.96/2016 della Corte dei Conti sul Comune di Porto Empedocle.
Per questo da parecchi mesi ad Agrigento, per esercitare compiutamente le funzioni di indirizzo e di controllo chiediamo il Bilancio di Previsione e ai sensi dell’Art. 34 dello Statuto del Comune di Agrigento e dell’art 54 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e le relazioni previste da specifiche disposizioni legislative o regolamentari cui Lei è tenuto.
Nello specifico chiediamo:

  1. la relazione annuale sullo stato di attuazione del programma di cui all’art.17 della L.R. 7/92 s.m.i;Art.54 del Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale.

  2. la relazione annuale sull’attività degli esperti da Lei nominati ai sensi dell’art. 14 della L.R.7/92 s.m.i;Art.54 del Regolamento per il Funzionamento del Consiglio Comunale.

  3. la verifica dell’attuazione degli atti di indirizzo approvati dal Consiglio da parte dell’Amministrazione pro tempore;

Considerati gli sforzi dei nuovi Amministratori Empedoclini, non crede, sig Sindaco, eticamente e moralmente corretto ridurre del 50% le indennità percepite dal Suo Team ad oggi le più esose della storia politica di Agrigento?”.


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361