Agrigento, i “Grilli” denunciano cattiva gestione dell’ospedale

Agrigento, i “Grilli” denunciano cattiva gestione dell’ospedale

0
SHARE

A quante morti ancora dobbiamo ancora assistere prima che l’Ospedale San Giovanni di Dio possa diventare quella struttura sanitaria di eccellenza che la città di Agrigento si merita?

Se lo chiedono i Grilli di Agrigento che aggiungono:  

E’ di alcuni giorni addietro la notizia dell’ennesimo morto al pronto soccorso dell’ospedale agrigentino che,a detta dei familiari, è stato causato dal ritardo nei soccorsi.

Ancora una volta una famiglia deve piangere la perdita del proprio congiunto a causa delle forti disfunzioni e carenze organizzative all’interno del nosocomio cittadino.
Noi meetup Grilli di Agrigento non diciamo nulla di nuovo a proposito delle criticità perenni che possiede la struttura sanitaria e le conseguenti sofferenze e patimenti che deve sopportare chi ha la sfortuna di recarsi in questo posto di cura.
Rifiuti in bella vista, sudiciume di ogni genere così come correnti d’aria nelle stanze dei ricoveri,particolarmente avvertito nelle giornate invernali, e per risolvere il problema si deve ricorso a mezzi di fortuna per chiudere gli spiragli e non far soffrire il freddo i ricoverati.
Senza parlare poi delle lunghe ore di attesa al pronto soccorso spesso causato per una errata assegnazione di codice da parte del personale addetto tra i quali non figura un medico. E’ molto frequente che ad una persona venga asegnato un codice non corrispondente alla reale entità della patologia.
Sono solo alcuni dei problemi rilevati quotidianamente da chi è costretto a recarsi nell’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento causati anche al ridotto numero di personale medico ed infermieristico.
Le proteste provengono oramai ogni santo giorno dai cittadini che non ne possono più di subire questo stato di cose in una struttura che costa tantissimo al contribuente senza ottenere in cambio alcun servizio, degno di un Paese civile, all’interno del nosocomio agrigentino.
Invece di occuparsi di risolvere i problemi dell’ospedale cittadino il direttore Generale si occupa di spendere notevoli risorse per conferire 70 nuovi incarichi dirigenziali che in questo momento di elezioni sanno tanto di operazioni clientelari.
Anche questa volta, come succede oramai spesso ad Agrigento, è intervenuta la magistratura che ha aperto un fascicolo di inchiesta per scoprire se ci sono state irregolarità sulle assegnazioni delle funzioni dirigenziali.
Siamo certi che come al solito la Direzione Generale farà sapere che gli incarichi sono previsti per legge senza però considerare che, per una questione di opportunità, in una provincia così povera come quella agrigentina, sarebbe meglio astenersi nel premiare economicamente solo pochi eletti raccomandati dalla vecchia politica.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *