Agrigento, il M5s: “I contributi alle famiglie bisognose non si toccano”

Agrigento, il M5s: “I contributi alle famiglie bisognose non si toccano”

10.982 views
0
SHARE

La decisione di utilizzare le somme destinate a chi non ha nulla per sistemare qualche aiuola è inaccettabile.

Ci riferiamo al fatto che poco più di 16 mila euro,   precedentemente destinati,  con delibera del 13 aprile scorso,  ad aiuti straordinari alle famiglie in stato di estrema necessità, verranno utilizzati per il  cosiddetto servizio civico comunale, che darà appena 250 euro al mese  ad ventina di cittadini, assunti dal Comune per soli tre mesi  come giardinieri o custodi.

Servizio lodevole, ma che non può e non deve essere pagato con le  risorse del fondo per i contributi straordinari alle famiglie bisognose.

Non si può togliere il pane dalla bocca dei disperati per darlo ad altri poveri e sostenere che così si evitano gli interventi a pioggia e si supera l’assistenzialismo.

Non si può svuotare con simili iniziative il salvadanaio del Comune, destinato a soccorrere cittadini già bisognosi che si dovessero trovare in necessità ancora più dure.

Non ci vorremmo trovare nelle condizioni di un padre che avesse bisogno di qualche centinaio di euro dal Comune per un viaggio della speranza (ad esempio, per portare all’estero il proprio bambino gravemente ammalato), e bussando alla porta del Sindaco la trovasse chiusa perché quei soldi  avete deciso di destinarli  a lavoratori impegnati a  ritinteggiare qualche panchina della villa.

Un utile boccata di ossigeno per alcuni lavoratori, ma che  viene a soffocare le speranze di altri  cittadini indigenti.

Non è questa la politica del buon padre di famiglia.

La diffidiamo pertanto Signor Sindaco di utilizzare il fondo per i contributi straordinari per il servizio civico cittadino e le chiediamo di reperire in altri capitoli le risorse necessarie per questo nuovo bando pubblico.

Se lei non dovesse ascoltarci, ci rivolgiamo allora a tutti i consiglieri comunali affinchè decidano di destinare i gettoni di presenza, ottenuti dalla partecipazione al primo consiglio comunale e alle prime riunioni delle commissioni consiliari,    al fondo per i contributi economici straordinari.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *