Incidente mortale su ponte Morandi, perizia accusa imputata

Incidente mortale su ponte Morandi, perizia accusa imputata

0
SHARE
La tragica immagine dell'incidente in cui ha perso la vita Alessandro Bonamico (a dx)

Il Giudice monocratico dott. Miceli del Tribunale Penale di Agrigento ha sentito nella qualità di teste il consulente della Procura Ing. Andrea Milano per riferire in ordine la dinamica dell’incidente stradale occorso il 26.12.2009 ove perse la vita il minore Alessandro Bonamico e vede come unica imputata la conducente del veicolo Lancia Y, Lorena Siracusa.
L’ing. Milano ha precisato che l’autovettura Lancia Y condotta dall’imputata precipitò dal Viadotto Morandi a seguito di un secondo impatto con il guard rail stimando la velocità finale in circa 92 Km/h. Il teste ha precisato che l’autovettura non presentava vizi o guasti alle parti meccaniche per cui ha escluso l’ipotesi del gusto meccanico.
Infine, l’ing. Milano ha confermato che anche in presenza di un diverso e meno invasivo supporto in cemento su cui vengono bullonate le attuali barriere dei guard rail presenti sul viadotto Morandi non avrebbe evitato la fuoriuscita della piccola utilitaria anzi avrebbe consentito all’autovettura di precipitare anche ad una velocità inferiore.
Gli eredi Bonamico sono assistiti dall’avvocato Marco Patti.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *