Agrigento, la Cgil chiede la revoca dell’affidamento servizio raccolta rifiuti

Agrigento, la Cgil chiede la revoca dell’affidamento servizio raccolta rifiuti

0
SHARE
Raccolta rifiuti

In una lettera indirizzata al Sindaco di Agrigento, Firetto, al Prefetto Nicola Diomede, all’assessore regionale  dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità, Al Dirigente Generale Regionale del Dipartimento dell’Acqua e dei Rifiuti e al Al Presidente della Società di Regolamentazione Rifiuti Agrigento Est, il segretario regionale di Cgil Funzione Pubblica, Claudio Di Marco ed il segretario provinciale di Agrigento, Alfonso Buscemi, chiedono la revoca in autotutela dell’affidamento del servizio di raccolta rifiuti.

“Facciamo seguito a quanto discusso nei precedenti incontri, svoltisi anche presso la Prefettura di Agrigento, per tornare a ribadire la nostra richiesta di revoca dell’affidamento del servizio di raccolta, spazzamento e conferimento in discarica dei rifiuti del Comune di Agrigento.

Oltre a ribadire le motivazioni, già in precedenza ampiamente esposte, sulle violazioni delle direttive e delle norme regionali contenute nel bando di gara, che determinano una contrazione notevole di posti di lavoro rispetto agli attuali livelli occupazionali, oggi interviene, a supporto di quanto da noi sostenuto, una rilevantissima novità a seguito dell’emanazione dell’Ordinanza del Presidente della Regione n. 20/rif. del 14/07/2015, che impone a tutti Comuni l’immediata attivazione di procedure di raccolta differenziata volte a garantire una notevole riduzione dei rifiuti da conferire in discarica.

L’art. 2 della citata Ordinanza prevede, in caso di inadempienza da parte dei soggetti responsabili dei servizi di raccolta e spazzamento, l’assunzione di responsabilità per le procedure d’infrazione che potrebbero scaturire, nonché l’applicazione delle conseguenti sanzioni.

In forza di quanto sopra, alla luce delle considerazioni emerse in sede di confronto presso la Prefettura di Agrigento, sulla inadeguatezza del bando di gara rispetto al raggiungimento di adeguati standard di raccolta differenziata sull’intero territorio comunale, si chiede alla S.V. di procedere alla revoca dell’affidamento del servizio di raccolta dei rifiuti e ad emanare un nuovo bando in linea con le direttive e normative vigenti, che contempli, inoltre, la salvaguardia dei livelli occupazionali esistenti”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *