Agrigento, Marcolin cala il tris di donne: “Noi siamo il vero cambiamento”

Agrigento, Marcolin cala il tris di donne: “Noi siamo il vero cambiamento”

0
SHARE

E’ un tris di donne e Marco Marcolin le ha scelte per conquistare palazzo dei Giganti e diventare primo cittadino.

Sono Giovanna, Valeria e Laura, agrigentine, che, come dicono loro, vedono in Marcolin “una svolta storica” e per questo hanno deciso di candidarsi per dare una mano all’uomo venuto dal nord, ma anche “cercare di cambiare finalmente le cose in una città che sembra cristallizzata a 20 anni addietro”.

Stiamo parlando di Giovanna Luparello, Valeria Vinti e Laura Moncada, tutte candidate al consiglio comunale di Agrigento con la lista “Noi con Salvini”. Su di loro punta il candidato sindaco veneto per sbancare Agrigento e fare la storia.

 

Giovanna Luparello è una ragazza brillante, molto garbata ed affabile ha accettato volentieri di “confessarsi” con noi di Grandangolo e ci ha detto: “Sono studentessa, frequento la facoltà di Giurisprudenza. Sono giovane ma questo non mi esime dalle responsabilità che ognuno di noi nel suo piccolo deve saper perdersi. Ho accettato la proposta fattami da Marcolin, dopo che l’ho conosciuto e ho capito che era, passatemi il termine, diverso. Ho visto un uomo innamorato della città e determinato a fare qualcosa per sottrarla ad un declino a cui l’hanno voluta relegare classi politiche locali alle quali era state riposte speranze mal corrisposte”.

E’ un fiume in piena Giovanna Luparello ed espone quelli che sono i punti principali e più urgenti sui quali intervenire. In primis, forse perchè vive la questione in prima pesrsona, la vicenda dell’Università.

“Credo che la questione dell’università ad Agrigento sia di primaria importanza. Rappresenta non solo uno sbocco per i giovani che vogliono proseguire gli studi e specializzarsi in professioni o acquisire conoscenza, ma anche, un’opportunità di sviluppo economico per la città. Per far questo però bisogna portarla in centro. Immaginate cosa rappresenterebbero centinaia e centinaia di studenti che invece di andare nell’attuale zona periferica per assistere alle lezioni stazionassero nei pressi cel centro città. Ne beneficerebbero sicuramente le attività commerciali, i negozi, i ristoranti, insomma sarebbe una rinascita per una zona, quella di Via Atenea e del centro storico, che lentamente sta morendo”.

 

Altra donna impegnata e conquistata da Marcolin è Valeria Vinti, insegnante laureata in Scienze dell’educazione e della formazione e con Laurea Magistrale in Pedagogia, candidata al Consiglio Comunale nella lista “Noi con Salvini”.

Quali sono le motivazioni della sua candidatura nella lista “Noi con Salvini”?

 Ho deciso di candidarmi nella lista “Noi con Salvini” perché da tempo condivido le posizioni e i programmi di Matteo Salvini e oggi sono convinta che Marco Marcolin, il candidato sindaco che sostengo, rappresenti la svolta e il cambiamento per dare riscatto alla nostra città. Sono convinta che l’On Marcolin, non avendo legami con il territorio e non subendo i condizionamenti dell’ambiente, rappresenti  la scelta giusta per rilanciare Agrigento.

Quali sarebbero le prime urgenze da affrontare qualora gli agrigentini vi chiamassero al  Palazzo dei Giganti?

Avere un quadro chiaro delle urgenze e delle priorità nella scala delle esigenze cittadine è alquanto difficile perché penso che ad Agrigento nulla funzioni bene e che tutto sia da ricostruire. Lo sviluppo della città è legato  ai seguenti  tre punti fondamentali : decoro, pulizia e ordine. La prima condizione per rendere la città più vivibile è legata alla pulizia e al decoro per cui sarebbero indispensabili diversi interventi urgenti e straordinari relativamente al rifacimento dei marciapiedi, al rifacimento del manto stradale, alla cura del verde pubblico, delle aiuole e dell’arredo urbano. Da non trascurare, quindi, una generale riqualificazione della città intera, dal centro ai quartieri periferici, ormai lasciati al degrado nonché interventi di recupero e riqualificazione del centro storico cercando di favorirne la ripopolazione. Sarebbe, altresì, opportuno incoraggiare la rivitalizzazione del centro della città attraverso incentivi e agevolazioni per l’apertura di nuove attività idonee anche a creare nuova occupazione.

 

Il terzo angelo di Marcolin si chiama Laura Moncada che inizia subito a presentarsi in maniera diversa dalle altri: “Non mi dilungherò a descrivere chi sono ma soprattutto cosa voglio fare per la città e perchè ho deciso di candidarmi nella lista Noi con Salvini alle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale di Agrigento. Ho deciso come dicono i “vecchi” politici di scendere in campo, perchè voglio essere io in prima persona a battermi per cambiare le cose in questa città. Per anni mi sono fidata degli altri. Ho votato via via per i politici che si sono presentati e che pensavo potessero davvero spendersi per Agrigento. Ma ora basta. Ho capito che per cambiare le cose, ognuno di noi, nel proprio ambito deve impegnarsi. Basta delegare agli altri ciò che possiamo fare noi. Non prometto nulla, a differenza di tanta gente che si candida. Prometto impegno, impegno ed ancora impegno. Ma soprattutto onestà e trasparenza quello che ho riscontrato in Marco Marcolin e che mi ha convinto a metterci la faccia. Come dice Marcolin chiedo agli agrigentini di porsi una domanda. Siete contenti di come è ridotta la città? Se sì, allora continuate a votare gli stessi, altrimenti, cambiate per cambiare le cose… io sono pronta, mi auguro altrettanto i miei concittadini”.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *