Agrigento, “minacciò i carabinieri: convalida d’arresto e “domiciliari” per Camilleri

Redazione

Agrigento

Agrigento, “minacciò i carabinieri: convalida d’arresto e “domiciliari” per Camilleri

di Redazione
Pubblicato il Dic 13, 2017
Agrigento, “minacciò i carabinieri: convalida d’arresto e “domiciliari” per Camilleri

Era stato arrestato 2 volte in 6 giorni, e, nell’ultimo episodio, si era scagliato contro i carabinieri che stavano controllando se stava osservando le prescrizioni previste per i sorvegliati speciali.

Il gup del Tribunale di Agrigento, Alessandra Tedde, ha convalidato l’arresto e applicati gli arresti domiciliari nei confronti di Salvatore Camilleri, 20 anni, nativo della Città dei Templi.

La decisione del giudice è arrivata dopo l’udienza che discuteva dei fatti di cui Camilleri era accusato e cioè di aver minacciato e di aver cercato il contatto fisico con i Militari dell’Arma impegnati in un controllo di routine. Da qui, l’arresto avvenuto sabato sera, con l’accusa di minaccia grave e resistenza a pubblico ufficiale.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 -
Numero telefonico: 351 533 9611- 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 -
Iscrizione R.O.C.: 22361 - Registrazione al Tribunale di Agrigento n. 264/04