Agrigento, oleifici e frantoi controllati: sequestri e denunce

Redazione

Agrigento

Agrigento, oleifici e frantoi controllati: sequestri e denunce

di Redazione
Pubblicato il Dic 14, 2015
Agrigento, oleifici e frantoi controllati: sequestri e denunce

Il Comando provinciale Carabinieri di Agrigento, congiuntamente a personale del Nucleo operativo ecologico di Palermo, del Nucleo ispettorato del lavoro di Agrigento, dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente di Agrigento, del Corpo forestale della Regione Sicilia, della Polizia provinciale di Agrigento e delle Polizie locali, ha proceduto nelle scorse settimane all’espletamento di mirati controlli ad oleifici e frantoi presenti sul territorio provinciale, al fine di contrastare l’inquinamento ambientale connesso al processo di molitura delle olive.

I controlli hanno interessato 55 ditte e sono state complessivamente denunciate all’Autorità Giudiziaria 12 persone tra titolari d’impresa, amministratori delegati e proprietari dei terreni interessati agli sversamenti, con le accuse di attività di gestione di rifiuti non autorizzata, scarichi industriali non autorizzati, abbandono e deposito incontrollato di rifiuti sul suolo e nel suolo, vietata immissione di rifiuti, allo stato solido o liquido, nelle acque superficiali e sotterranee, nonché violazioni delle leggi urbanistiche.

Si è contestualmente proceduto al sequestro delle aree di terreno interessate, nonché di vasche, autocisterne e condotte per il deposito, lo scarico o il convogliamento delle acque di vegetazione.

 


Dal Web


Copyright © anno 2017 - Edizioni Grandangolo - Via Mazzini, 177 - 92100 Agrigento - Codice Issn: 2499-8907 - Iscrizione R.O.C.: 22361